Search

Colazione al bar, parte 1

Stamattina facciamo colazione al bar! ~ Let’s go out for breakfast!

Molti italiani fanno colazione al bar. Per alcuni è un’abitudine, per altri è un piccolo lusso.

La colazione al bar è sempre veloce, ma speciale. Il gusto e il profumo di caffè, cappuccino e paste dolci si può provare a riprodurre a casa, ma non sarà mai come l’originale.



Che prendi da bere? ~ What are you having to drink?


Per la colazione nei bar italiani ci sono diverse proposte che non è facile replicare a casa. Vediamo quelle classiche:

Una questione di proporzioni


Cappuccino una combinazione perfetta di 125 ml di latte montato con la schiuma versato sopra un espresso. Ogni elemento è pari ad ⅓ del totale, ma la vera protagonista è la schiuma fine. È servito nella classica tazza da cappuccino.




Caffellatte le dosi sono più abbondanti, 250 ml di latte con poca schiuma, aggiunto a due espressi. È servito in tazza grande.



Latte macchiato il protagonista è latte, 250 ml di latte e un espresso servito a parte, da versare a piacere. È servito in un bicchiere di vetro.







Nota: se in Italia ordinate quello che in America si chiama 'Latte', riceverete esattamente quello che avete chiesto cioè solo un bicchiere di latte.



Per chi suona la campana ~ For whom the bell tolls

La bella figura (how not to look a complete idiot in Italy!)

Sembrerà un po' eccessivo il riferimento, ma la questione è molto seria e anche molto pratica. Tutte le bevande a base di latte fanno parte del mondo della colazione. Quindi smettete di ordinare il cappuccino di pomeriggio o peggio al ristorante dopo cena, anche perché non è affatto un digestivo. Il cameriere vi servirà certo, perché il cliente ha sempre ragione, ma scuoterà la testa in segno di disapprovazione.

Il miglior modo per accorgersi qual è lo spartiacque temporale fra l’essere il viaggiatore consapevole dei costumi locali e quello condannato a rimanere nella categoria 'turista' a vita, è a portata di mano. Il suono della campana di mezzogiorno che si diffonde nell’aria, vi darà l’annuncio. Da questo momento in poi ogni velleità cappuccinifera deve essere abbandonata, si lascia il territorio della 'colazione' e si entra in quello del 'pranzo'.


Nota: Dimenticatevi, almeno per il momento, le maxi-taglie. In Italia non sono ancora arrivate, forse solo in qualche grande città. No, eccole anche qui! Maledetto Starbucks.